Diagnosi di Carie

Di estrema importanza è eseguire una diagnosi di carie il più presto possibile al fine di intervenire quando la lesione è di modeste dimensioni e può essere curata con la minima rimozione di tessuto dentale. Ciò è possibile con un preciso protocollo clinico e una grande attenzione per il particolare in quanto si tratta di lavorane nel molto piccolo su dimensioni di circa 1 mm.
La diagnosi di carie non è affatto facile negli stadi iniziali, non è sufficiente un esame frettoloso ma è sempre necessario un esame radiografico ed eventualmente altri esami strumentali di supporto.

  • Esame Visivo
  • Esame Tattile
  • Esame Radiografico
  • Transilluminazione
  • Fluorescenza Laser

Denti che all’esame visivo appaiono perfettamente sani, un esame radiografico che si consiglia di eseguire ogni 2 anni rivela la presenza di una carie piuttosto importante sul secondo premolare

dx inizio-3363
Schermata 2018-09-25 alle 11.21.42
image-small-3528
5-100-3539
9dx piccola100-filtered-3552
10sx- 100-3538
7-3541

Una visita accurata comprende le radiografie a basso dosaggio per valutare la presenza di carie non visibili fra un dente e l’altro con eventualmente l’aiuto della transilluminazione e della fluorescenza laser che valuta in modo oggettivo la presenza di carie sulle superfici masticanti.

image-3590
image-3600

valutazione della profondità della carie sul primo molare mediante la fluorescenza laser

image-3973

TRANSILLUMINAZIONE

La transilluminazione può evidenziare eventuali incrinature o crepe nello smalto molto difficili da diagnosticare

I Nostri Studi a Torino e Perosa Argentina

Corso Lepanto, 12 - Torino. Tel: 011 30 40 052
Piazza Marconi, 6 - Perosa Argentina. Tel: 0121 81 645